Le Organizzazioni Ibride. Persone, Luoghi, Tecnologie

GUARDATE IL VIDEO

Va bene, d’accordo, il video è sponsorizzato da Microsoft e si capisce il perchè, ciò non toglie che sia chiarissimo e che effettivamente l’approccio teorico ed empirico dal quale muove sembra il milgiore possibile data la situazione economica e politica.

Quindi, prima di proseguire nella riflessione breve facciamo subito piazza pulita di qualsiasi implicazione ideologica e cerchiamo di ragionare sui fatti. Che le organizzazioni siano ormai ibride, nei fatti, è sotto gli occhi di tutti, se ne sono accorti i privati, devono al più presto accorgersene gli “umili servitori dello stato” alla quale categoria mi ascrivo “umilmente” e con convinzione. Questo affinchè il patrimonio resti pubblico ancorchè non statale, caso mai dovvesse, il legislatore, legiferare in tal senso.

Cosa significa Organizzazione ibrida? Significa un’organizzazione stretta tra la nutura pubblica ed il bisogno di accedere al mercato senza che questo si trasformi in un abbraccio mortale. Significa un’organizzazione che sappia trovare un giusto compremesso tra l’orientamento al compito e all’adempimento e quello al profitto a tutti i costi e non perda mai di vista lo scopo pubblico. Un’organizzazione ibrida oltre gli scopi nei processi e nelle pratiche.  Perchè?

Perchè l’ibridazione  è indotta sostanzialmente dalla dematerializzazione di molti servizi, dai vincoli di finanza pubblica sempre più rigidi, dalla convergenza digitale e da tutti i fenomeni propri dell’Era dell’accesso.

Organizzazioni ibride sono quelle in cui tecnologia, persone e beni materiali (technologie, people, facilities) fanno parte di un unico discorso. Un discorso che porta alla ri-definizione dei concetti di organizzazione, di lavoro, di individualità e delle relazioni tra questi concetti. Le organizzazioni ibride sono quelle in cui il lavoro è inteso come un processo, un verbo e non un “posto” e un nome.  Immagino che il successo di un’organizzazione nel raggiungere i propri scopi dipenda in larga parte dalla sua capacità di agire, di farsi verbo. Perchè le persone, si preoccupano del fare non del dire, si svegliano quando sentono un verbo non un nome per quanto famoso e altisonante sia. Siano essi studenti, docenti, impiegati o fornitori, le persone vogliono muoversi, apprendere, lavorare.

Il video riassume perfettamente la filosofia che stiamo seguendo nella valorizzazione del patrimonio. Tenere insieme Tecnologia, Persone e Luoghi.

Per approfondimenti

http://en.wikipedia.org/wiki/Hybrid_organization

http://www.hybridorganisations.com/

Ma la sintesi migliore la fa in questo blog Mark Surman prendendo come esempio Mozilla. Una Università è naturalmente una organizzazione ibrida.

Come la vede Microsoft. Fare attenzione all’Hype, ai toni enfatici e alle rivoluzioni promesse

http://www.microsoft.com/uk/about/hybrid-organisation.mspx

D’altronde non tutti sono d’accordo http://www.internetevolution.com/author.asp?section_id=920&doc_id=192523

e concordo con mr George Taylor

The Microsoft report speaks cogently about a lot of things that are changing and will change business practice, but these things do not necessarily come together as an organizational model. And whatever happens, changes in business paradigms will be evolutionary rather than revolutionary, and one model will not fit all.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...